carrello

Rivista Anarchica Online

rivista anarchica
anno 26 nr. 224
febbraio 1996


Rivista Anarchica Online

Ricordando Sandra Cono

Il 14 maggio scorso è stato il più triste giorno della nostra vita. Dopo una lunga e penosa malattia moriva fra le nostre braccia la nostra cara figlia Sandra Cono a Monte Sereno nella California del nord. Nata a San Josè, California il 26 maggio 1959 aveva trentacinque anni di età. Con lei s'annovera la quarta generazione di anarchici di origine italiana sulla costa del Pacifico. Componente di famiglie di anarchici abbracciava i nostri ideali distinguendosi con orgoglio ed entusiasmo tanto nell'insegnamento della lingua italiana nel liceo locale quanto nel dichiararsi libera pensatrice ed anarchica. Nata e cresciuta fra i compagni della baia di San Francisco, e di tutta la California li considerava tutti appartenenti alla grande famiglia anarchica d'America. La personalità vibrante ed impegnativa di Sandra le meritava le simpatie e l'amore dei suoi studenti, amici, colleghi, compagni e parenti. Fino agli ultimi giorni della sua vita benché debole e gravemente inferma indagava come sempre sui dettagli del movimento anarchico in America del nord, e particolarmente sulla vita dei compagni così cari al suo cuore. Con grande gioia accoglieva e visitava i vecchi compagni diretti contribuitori nella formazione del carattere di Sandra. Menico ed Aurora Sallitto amici e compagni intimi da quando appena nata. Battista Vercellino suo nonno reduce delle miniere dell'antracite della Pennsylvania, che con tanto affetto le illustrava la logica anarchica. Toni e Jenny Danni reduci delle miniere del carbone dell'Illinois che Sandra considerava e li chiamava nonni. E Candido (Dando Dandi) sempre benvenuto da tutta la famiglia, anche lui, ex minatore di Panama City, Illinois, dove al giro del secolo Eugene Travaglio e Giuseppe Ciancabilla pubblicavano La protesta umana . I compagni Lena e Armando Delmoro che stimavano con tanto amore Sandra e suo fratello come nipoti. Ernesto Bonomini tanto stimato da Sandra e benvenuto ogniqualvolta si intratteneva in casa nostra e che ci affascinava con i suoi racconti di Spagna con Berneri e con le sue nuove vedute sul panorama anarchico. Non aveva mai dimenticato la bontà, l'accoglienza di Pio Turroni e della sua famiglia quando Sandra appena di diciassette anni è stata in Italia a lavorare come studente di scambio culturale. E' stato Pio a sorvegliare le condizioni di lavoro e di salute. E così è stata la relazione con Sandra e diversi altri fedeli e stimati compagni. Coerente alla logica dei nostri ideali Sandra si ribellava sempre contro l'ingiustizia sociale e contro l'abuso sugli esseri umani tutti. Sono stati i principi anarchici che hanno avuto una importanza e una forma pratica nella sua vita di maestra. Infatti è stato nel ruolo di maestra che Sandra rigettava metodi d'insegnamento tradizionali per una autonomia di scelta e di iniziativa individuale basata sulla abilità e sulla energia di ogni studente. Intrepidamente incontrava e superava con grande successo progetti di traduzione di classici storici e di trattati tecnologici moderni. Per ricordare la sua breve vita intensa e ricca di conoscenze culturali e sociali, abbiamo promosso un premio scolastico. Questo premio è stato promosso per commemorare la dignità, l'amore per la conoscenza, e la devozione per lo studio delle lingue. Una totale immersione nella cultura delle lingue avrebbe prodotto una più profonda conoscenza, come sapeva Sandra, scevra dei pregiudizi mortali che affliggano l'umanità. L'assegnazione del premio richiede il minimo tre anni di studio in lingue con un tema personale dove l'individuo presenta e chiarifica l'importanza di una cultura straniera, della letteratura e della lingua nella sua educazione. Per di più l'applicante dovrebbe esporre come lo studio e l'uso d'una lingua possa formare una parte integralmente della sua vita e promuovere una veramente integrale comprensione umana. Il nome del ricevitore del premio sarà annualmente impresso sulla placca esibita nel liceo locale dove Sandra insegnava italiano, francese e tedesco: «Premio Sandra Cono per la dedizione e merito superiore nello studio di lingue straniere». Il premio per l'anno 1995 è stato assegnato per l'utilizzazione delle lingue straniere nello studio di agricoltura internazionale. D'accordo con le sue richieste, è stata cremata senza funerali. Invece, una commemorazione della sua vita, una festa è stata celebrata con amici e compagni. Studenti e colleghi hanno presentato elegie straordinarie come anche suo fratello Randy e la sua compagna Miriam. Un tributo di riconoscimento è stato quello di diversi famosi cantanti dell'Opera Center di San Francisco, omaggi del bel canto di canzoni classiche italiane e diverse arie di opere, sempre così care al cuore della nostra Sandra. Salutiamo con orgoglio gli amici, compagni e famigliari che hanno conosciuto e rispettato la nostra cara figlia.

Angela e Joe Cono
(Monte Sereno - USA)