carrello

Rivista Anarchica Online


comunicati

 

Appuntamenti


Svizzera. Tra fine gennaio e inizio febbraio si tiene a Winterthur la 5ª edizione delle Giornate Libertarie. Precedute sabato 31 gennaio e domenica 1° febbraio da una nuova Fiera del Libro anarchico, alla quale partecipano editori in diverse lingue, le Giornate Libertarie prevedono una serie di serate a tema. Per ulteriori informazioni.

 

 

Avvisi


USI. Il sindacato Arti e Mestieri U.S.I.-A.I.T. ha attivato il suo sito internet con lo scopo di fornire uno strumento importante di collegamento per chi sperimenta percorsi di autogestione: www.artiemestieri.info.

Imola. Sono ripartiti ad ottobre i film della rassegna VideoVisioni organizzate dal Gruppo Libertario di Divulgazione Cinematografica. Previste date (sempre il martedì) in novembre e dicembre. Il ciclo di proiezioni è dedicato ai vinti. Le proiezioni si tengono presso l’Archivio Storico della Federazione Anarchica Italiana in via Fratelli Bandiera 19 (cortile interno – entrata dal parcheggio dell’Ospedale Vecchio). Per ulteriori info: susi.golinelli@gmail.com.

Rimini. Il primo sabato di ogni mese il gruppo Libertad è presente nel borgo San Giuliano, in viale Tiberio (tra l’edicola e il ponte) con un banchetto di materiale informativo, libri, riviste, ecc. ecc. Chi vuole passare ci trova dalle 15 in poi: c’è anche A e tutto quanto “collegato” alla rivista. Prossime presenze sabato 1 novembre e sabato 6 dicembre. Info: libertad_fai_rimini@yahoo.it.

Firenze. L’idea è quella di dare vita ad un archivio non soltanto cartaceo, ma che raccolga ogni materiale storico e contemporaneo (fotografie, filmati, interviste, documentari, concerti, musica e canzoni, ecc.) prodotto in ambito anarchico e libertario su pellicola, nastro audio, 8mm, VHS, DVD e CD. Sarebbe inoltre importante, anzi fondamentale e urgente, riuscire ad acquisire gli strumenti che ci consentano di riversare il materiale analogico su supporti digitali, proprio per preservare e conservare meglio l’enorme mole di materiale analogico che rischia di deteriorarsi. Inoltre, il materiale digitale è di facilissima divulgazione e distribuzione, consente di contenere enormi quantità di dati, trasportabili con estrema facilità (spese postali contenute), nonché di utilizzarli per internet e per proiezioni alle varie iniziative. Chi è interessato a questo progetto, chi ha cose da regalarci delle sue autoproduzioni e chi può offrirci un aiuto tecnico può contattarci (via dei Conciatori 2 rosso), venendo direttamente al circolo il giovedì sera alle riunioni, oppure scrivendo a questo indirizzo e.mail – fate girare l’invito. Per info: pattydiamante@interfree.it.

 

 

Editoria


Con questo opuscolo, vogliamo portare a conoscenza dei più una esperienza anarchica e milanese, che ancora oggi continua.
Ormai passati 32 anni, dal giorno in cui gli anarchici hanno occupato nel quartiere Ticinese a Milano due diversi stabili adibiti ad abitazione ed a centro sociale.
Due stabili di proprietà privata il primo in via Conchetta 18, (1976 / 1989), il secondo in via Torricelli 19 (1976 ed attualmente ancora in corso).
Due occupazioni studiate e fatte principalmente per sopperire al problema della casa, che in quegli anni era pesante, due occupazioni fatte in un quartiere che allora era popolare, ma che a molti compagni e non solo anarchici faceva abbastanza inquietare, perché in quel periodo era ogni forma politica, egemonizzata dal cosiddetto Movimento Studentesco, che non vedeva di buon occhio tutto ciò che si muoveva al suo esterno.


Il centro, oggi ha cambiato nome, uno spazio politico, non più come una volta e cioè come centro sociale, ma più specificatamente come circolo dei malfattori, e questo perché, abbiamo valutato che ormai molti centri sociali non sono più centri di aggregazione per organizzare lotte, assemblee ecc. ma sono diventati delle fabbriche del divertimento o costole di qualche partito. 5 euro per richieste ciawi@libero.it o 02-8321155.

Ferrovieri. “Sindacati in ferrovia: nascita, vita e morte di un sindacato alternativo, il Comu” di Ezio Gallori. Prezzo non specificato. Info e richieste a Edizioni Ancora in marcia!, via del Romito 7, 50134 Firenze, tel. 055 480166, e-mail: inmarcia@tiscalinet.it, www.ancorainmarcia.it.

Anticlericale. È uscito il calendario di effemeridi anticlericali 2009, redatto da Pierinio Marazzani. Questo numero è dedicato a Francisco Ferrer, nel centenario della fucilazione. Tutte le immagini del calendario rappresentano il pensatore e agitatore anarchico, la sua vita, le sue opere, la scuola moderna. Il calendario anticlericale, giunto alla sua diciottesima edizione, indica per ogni giorno un misfatto o una disgrazia collegata al clero e alla chiesa. Contiene poi alcune rubriche: detti e poesie anticlericali; clero degenerato; vittorie anticlericali.
Una copia costa 5 euro, aggiungere sempre 1 euro per contributo alle spese di spedizione. Per richieste uguali o superiori alle 5 copie si applica lo sconto del 30%, senza aggravio di spese postali.
Richieste e contributi vanno indirizzati a: Giovanni Giunta, via Tommaso Fazello 133, 96017 Noto (SR). Ccp 78699766; specificare sempre la causale. Attenzione, questo numero di ccp sostituisce quello inserito in ultima pagina del calendario.


Il Molino – Per i 10 anni del CSOA il Molino è stato preparato un catalogo, di un centinaio di pagine, con la raccolta di tutti i comunicati stampa prodotti, una scelta di volantini, fotografie e articoli di giornale. Una interessante testimonianza su 10 anni di lotte e di iniziative per l'autogestione a Lugano.
Il libro, di grande formato, rilegato con copertina a colori e distribuito sotto licenza creative commons, è finalmente pronto. Sarà presto disponibile una versione pdf del volume da scaricare gratuitamente sul nostro sito. È possibile trovarlo presso l’InfoShop del centro oppure ordinandolo per posta.
Inviare i dati e il numero di copie desiderate a: molino@inventati.org e versare il denaro sul conto postale 69-38594-0 intestato a CSOA il Molino, viale Cassarate 8, 6900 Lugano con i dati personali e la causale “catalogo”. Per chi ordina dall'Italia il codice IBAN è: CH3609000000690385940. Per chi vuole ricevere il libro per posta aggiungere 3.- fr (o 2,00 €) per le spese postali. Costo: fr: 20.- o 14,00 €.
Per coloro che intendono distribuire e rivendere il volume abbiamo pensato al prezzo speciale (a partire da due copie) di fr 15.- o 10,00 € in modo che almeno una piccola parte di guadagno possa rimanere presso chi decide di rivenderci.
Per consultare e scaricare l’introduzione, l’immagine di copertina e le prime pagine salvate in pdf cliccate qui.
Per maggiori informazioni contattare il CSOA il Molino.


 

È in libreria il secondo volume del
DIZIONARIO BIOGRAFICO DEGLI ANARCHICI ITALIANI
(I-Z e Indici)

800 pp. + inserto iconografico
BFS edizioni, 2004
80,00 €

Miti, idee, passioni, stampa e poesia, insurrezioni, migrazioni e resistenza nelle straordinarie biografie di oltre duemila donne e uomini dell’anarchismo italiano. Figure conosciute come Errico Malatesta, Pietro Gori, Luigi Fabbri, Camillo Berneri, Paolo Schicchi, Giovanna Caleffi, Leda Rafanelli, Virgilia D’Andrea, scorrono accanto a personaggi poco noti della storia locale, interi gruppi familiari anarchici per generazioni, coppie costrette a emigrare che riparano presso amici e compagni già all’estero, antifascisti, volontari nella guerra di Spagna, giornalisti autodidatti, sindacalisti, partigiani.
Non è solo una galleria di ritratti, né un poderoso album di vecchie fotografie: pagina dopo pagina, uno per uno, per nome e cognome, il DBAI racconta insieme la storia e le storie, le persone e i contesti.
Un secolo intero, da rileggere con attenzione.
Il Dizionario biografico degli anarchici italiani si può richiedere in tutte le librerie (distribuzione PDE – promozione Lineabook).
Per acquisti diretti si può effettuare un ordine telematico tramite e-mail, scrivendo a: acquisti@bfs-edizioni.it (pagamento in contrassegno; spese di spedizione comprese nel prezzo). Sconto del 30% sul prezzo di copertina per ordini di almeno 5 copie.

info: www.dbai.it
050.9711432 oppure acquisti@bfs-edizioni.it

 

Alfonso Failla (Siracusa 1906-Carrara 1986) è stato una delle figure più prestigiose del movimento anarchico di lingua italiana di questo secolo. Avvicinatosi giovanissimo all’anarchismo si impegna nella lotta contro il montante regime fascista. Più volte arrestato e sottoposto a provvedimenti restrittivi, nel 1930 viene spedito al confino ove rimane – salvo una breve parentesi di libertà vigilata a Siracusa nel ’39 – fino all’estate del ’43.
Dopo l’evasione in massa dal campo di Renicci d’Anghiari partecipa alla Resistenza principalmente in Toscana, Liguria e Lombardia. Nel dopoguerra è tra gli organizzatori della Federazione Anarchica Italiana redattore e direttore responsabile del settimanale Umanità Nova attivo nell’Unione Sindacale Italiana. Tiene centinaia di conferenze, dibattiti e comizi, l’ultimo dei quali a Pisa dopo l’assassinio di Franco Serantini.
Dal giugno del ’72, per ragioni di salute è costretto ad interrompere l’attività pubblica.
Questo volume (pagg. 366 + XXIV, euro 12,90) è suddiviso in tre sezioni. Nella prima sono raccolte carte di polizia e documenti relativi al periodo ’22/’43 tratti dal dossier Failla al Casellario Politico Centrale. Nella seconda sono raccolti gran parte degli articoli da lui scritti nel secondo dopoguerra. Nella terza sezione sono raccolte testimonianze della sua attività.

Per informazioni e richieste:
La Fiaccola c/o Elisabetta Medda, Via T. Fazello 133 – 96017 Noto (SR).
Distribuzione nelle librerie: Di.Est, via G. Cavalcanti 11, 10132 Torino.